Accesso al pannello di amministrazione dell'eshop >> (Questo messaggio lo vedi solo tu!)

Maggiorana olio essenziale

Maggiorana, l’olio dell’equilibrio

22,00
25,00

Ottenuto per: distillazione della pianta.

Nota: cuore\base.

Origine: Egitto

Composizione: 100% puro, integro e naturale.

Profilo biochimico caratterizzante: alcoli (terpineolo-4 20%, thujanolo 10%); monoterpeni ( gamma-terpinene 10%).

Descrizione della fragranza: erbacea, intensa, speziata, dolciastra

Utilizzi possibili: aroma per alimenti, ambienti, cosmetici. Descritto in Aromaterapia Applicata.

Maggiorana: si pensa che la maggiorana sia originata in Asia, ma è ormai cresciuta in tutta Europa e Nord Africa.

La maggiorana e l'origano sono stati confusi durante la storia. L'origine del nome è oscuro, ma si pensa sia derivato dal latino medievale 'majorana' e dal vecchio francese 'mariol', quest'ultimo che allude ai nodi di fiori che assomigliano a piccole marionette.

Per i greci era 'amarakos', simbolo dell'amore e dell'onore, Afrodite lo usò per curare le ferite di suo figlio Enea. Dioscoride ha fatto una pillola chiamata 'amaricimum' con la maggiorana per i disturbi nervosi; Plinio lo ha prescritto per disturbi dello stomaco e flatulenza. La Scuola di Salerno ha classificato la maggiorana come antispasmodico e un buon espettorante, e lo ha prescritto per facilitare  il lavoro. 

Negli anni rinascimentali vennero cresciuti vasi dell'erba e furono preparati marmellate e bustine profumate per le infezioni. La maggiorana mescolata con il miele è stata presa per tosse. Un poultice di maggiorana applicata esternamente ha aiutato l'ittero e altre afflizioni epatiche. Nel 1720, JB Chomel, capo dell'Accademia di medicina in Francia, raccomandava l'inalato in forma asciutta e polverizzata per fortificare il cervello e ridurre l'affaticamento. FJ Cazin, nella sua storia di medicinali naturali nel 1876, ha prescritto la maggiorana per disturbi nervosi come paralisi, vertigini, epilessia e perdita di memoria. 

Utilizzi nei diffusori: antisettico.

Effetti della fragranza: calmante in caso di tensioni e stress. Ansia, tristezza e sensazione di abbandono. Contro i tic nervosi .

Utilizzi in cosmetica*: acque toniche per il viso, oli da massaggio rilassanti o dopo piccoli traumi o grandi sforzi. Cellulite.

Curiosità: è un anafrodisiaco molto potente, spegne anche gli spiriti più bollenti!

Avvertenze e controindicazioni: non tossico, non irritante, possibile sensibilizzante. Non usare in gravidanza, allattamento e sotto i 3 anni.

 

 

Continua lo shopping! scopri altri prodotti della sezione oli essenziali