Accesso al pannello di amministrazione dell'eshop >> (Questo messaggio lo vedi solo tu!)

Rosmarino a cineolo olio essenziale

Rosmarino a cineolo

17,00
19,00

Ottenuto per: distillazione della pianta.

Nota: testa.

Origine: Marocco

Composizione: 100% puro, integro e naturale

Profilo biochimico caratterizzante: ossidi (1,8-cineolo 50%).

Descrizione della fragranza: erbaceo, fresco, balsamico

Utilizzi possibili: aroma per alimenti, ambienti, cosmetici. Descritto in Aromaterapia Applicata. 

Rosmarino:  Rosmarino (che significa "rugiada del mare") è nativo nel Mediterraneo, ma ora cresce in molti altri paesi caldi come la Spagna e la Tunisia. La pianta può crescere ad un'altezza di circa 1,8 m. Rosmarino è probabilmente una delle più note e più utilizzate delle erbe aromatiche. 

Considerato sacro dagli antichi Greci, Romani, Egiziani e Ebrei il rosmarino (Rosmarinus officinalis ) è molto più di un'erba aromatica, è anche una delle erbe più potenti e degli oli essenziali più versatili del pianeta.

Nella ricerca recente, è stato dimostrato capace di aumentare il fattore di crescita del tessuto nervoso e sostenere la guarigione del tessuto neurologico e la funzione del cervello.

Nativo nel Mediterraneo, è stato utilizzato nella medicina popolare per migliaia di anni. Più di recente, è diventato un ingrediente popolare in molti prodotti per la cura della pelle e dei capelli a causa delle sue proprietà antisettiche e i ricercatori stanno iniziando a scavare più in profondità nelle sue caratteristiche medicinali.

Rosmarino è stato ampiamente utilizzato fin dai tempi antichi per una varietà di scopi. I Romani hanno dato particolare importanza alla pianta rosmarino e lo hanno usato spesso nelle cerimonie religiose. È stato utilizzato anche durante cerimonie di nozze, per la preparazione di alimenti , cura cosmetica e cura medicinale a base di erbe. La pianta e il suo estratto sono stati utilizzati anche dall'antica civiltà egiziana come incenso.

I vantaggi sanitari dell'olio essenziale del rosmarino lo hanno reso favorito da Paracelsus, un rinomato medico tedesco-svizzero e botanico che ha contribuito significativamente alla comprensione della medicina erboristica nel XVI secolo. Paracelsus ha valutato l'olio di rosmarino per la sua capacità di rafforzare l'intero corpo. 

 

Gli antichi Egizi lo hanno privilegiato e le sue tracce sono state trovate nelle tombe della prima dinastia. Ai Greci e ai Romani era una pianta sacra, e Orazio, il poeta romano, compose le sue proprietà magiche. Sia i Greci che i Romani credevano che il rosmarino simboleggiasse l'amore e la morte, e per questo è echeggiato nelle associazioni tradizionali di matrimoni e funerali. L'associazione di rosmarino con i funerali comporta ovviamente l'amore e la costanza, ma si riferisce anche al significato dell'erba nel linguaggio dei fiori - ricordiamo, come riferito dalla tragica Ophelia, 'C'è il rosmarino, quello è per ricordare'. L'uso di Rosmarino come salvaguardia contro il contagio e l'infezione potrebbe anche essere un motivo per le associazioni funerarie. Rosmarino era una delle erbe fortemente antisettiche bruciate come incenso purificato e disseminate sui pavimenti. Un altro nome francese dell'erba è infatti incensierato perché è stato utilizzato come incenso in chiesa quando l'incenso non era disponibile o era troppo costoso. Un manoscritto sassone ha registrato: 'Per i malati, prendete questo rosmarino, lo pestate con olio, ungete il malato, meravigliosamente lo sanate'. L'erbario di Richard Banckes 1525 fa delle affermazioni ancora più ambiziose: «Prendi una scatola del legno di rosmarino e lo odori, e conserverà la tua giovinezza». I francesi lo pretendono come una panacea universale. Rosmarino è stato utilizzato come medicinale per secoli. Teofrastus e Dioscorides lo hanno raccomandato come potente rimedio per problemi di stomaco e fegato; Ippocrate, il "padre della medicina", ha detto che il rosmarino dovrebbe essere cotto con verdure per aiutare a superare i disturbi del fegato e della milza e anche Galeno lo ha prescritto per le infezioni epatiche, in particolare l'ittero. Per gli speziali rinascimentali, il rosmarino era uno dei rimedi più preziosi a loro disposizione; Arnauld de Villeneuve, nel trattato del XIII secolo, descrisse come l' olio essenziale fosse poi distillato.

Utilizzi nei diffusori: disinfetta l’aria, balsamico ed espettorante.

Effetti della fragranza: perdita di memoria, bisogno di memorizzare molti dati. Aiuta a recuperare i sensi (olfatto, vista, udito, gusto ). Stimola il sistema nervoso e dona chiarezza mentale che favorisce la concentrazione.

Utilizzi in cosmetica*: acque toniche per pelli miste e grasse, shampoo seboregolatori e rinforzanti. Oli e bagni defaticanti dopo sforzi fisici.

Curiosità: ottimo per l’igiene degli animali domestici, allontana pulci e parassiti.

Avvertenze e controindicazioni: non usare in gravidanza, allattamento, sotto i 2 anni e da parte di soggetti epilettici.

 

Prodotti correlati

Continua lo shopping! scopri altri prodotti della sezione oli essenziali